Menu

Opzioni e accessori in una cappa da cucina

Esistono in commercio vari tipi di cappe da cucina, dai modelli basici a quelli più accessoriati. In particolare, ci vogliamo soffermare sui tipi di cappa con più funzionalità, come quelle che montano una o più luci integrate per l’illuminazione del piano cottura, da accendere a parte rispetto alle ventole. In virtù della normativa che regola l’installazione delle cappe da cucina, obbligatorie in presenza di piani cottura a gas, esistono dei particolari modelli con lampade alogene o a led, che permettono un significativo risparmio energetico in confronto ai tradizionali modelli più datati. In base alla tipologia le cappe da cucina possono disporre di 2 o 4 velocità, selezionabili da un bottone incorporato nella cappa in prossimità dei comandi luce.

E’ sempre consigliabile adottare velocità ridotte azionando la ventola nella fase ‘ante-cottura’ in quanto, soprattutto nelle cappe filtranti, le velocità più elevate di aspirazione non consentono di purificare l’aria. Nelle cappe di fascia di prezzo e qualità medio-alta si possono rinvenire altre opzioni, come l’autospegnimento in caso di anomalie funzionali che fa spegnere all’istante la ventola ripristinando un grado di velocità inferiore e più sicura. Nei modelli di ultima generazione, di cui è visibile una vasta selezione di top di gamma su www.cappadacucina.it, è possibile trovare montato un timer collegabile a un orologio con monitor a led. Un’altra funzionalità, che non tutte le cappe hanno, è l’indicatore dello status dei filtri, mediante un allarme che si accende quando si rende necessario un intervento di manutenzione. In una moderna cappa da cucina i comandi possono essere di tipo meccanico o touch, semplicemente mediante un leggero sfioramento.

Quando è arrivato il momento di installare in cucina una cappa nuova, si richiede necessariamente la presenza di un tecnico che oltre a verificare la fattibilità del lavoro sia poi in grado di rilasciare idonea documentazione di conformità. Si dovranno fare le opportune rilevazioni e le misurazioni del caso, dopodiché la cappa andrà collegata a una canna fumaria, se pre-esistente, o realizzarla ex novo se  necessario, non prima di aver calcolato al millimetro la distanza dal piano cottura, che non dev’essere inferiore a un’altezza di 65 centimetri (75 in presenza di piano cottura elettrico).