Menu

Breve storia sulle calcolatrici scientifiche

Una calcolatrice scientifica è tipicamente una calcolatrice portatile, ma non necessariamente portatile, progettata specificamente per calcolare i problemi scientifici in fisica, biologia e chimica. Sono ora ampiamente utilizzate sia in ambito educativo che professionale, e hanno quasi completamente sostituito i regoli calcolatori a scorrimento nelle tradizionali applicazioni scientifiche. Pur non essendo più lo strumento principale per i calcoli scientifici, rimangono uno dei preferiti per la loro potente capacità di memorizzare ed eseguire un’ampia varietà di calcoli matematici in modo rapido e preciso. Infatti, alcune calcolatrici possono essere in grado di eseguire software scientifici che sono stati sviluppati da altri scienziati e ingegneri.

Le calcolatrici scientifiche hanno generalmente due o più funzioni principali, che sono funzioni operative e tasti funzione. Alcuni esempi includono operazioni come addizione, sottrazione, divisione, moltiplicazione e divisione, così come alcune che permettono agli utenti di inserire una gamma di numeri per moltiplicare o dividere per un numero. Altre funzioni che sono comunemente disponibili nelle calcolatrici scientifiche includono funzioni di calcolatrice scientifica come l’angolo reale, le coordinate sferiche, le scale orizzontali e verticali, la radice quadrata inversa, le funzioni ellittiche, i radianti, i valori assoluti e le unità scientifiche. Molte calcolatrici possono anche avere funzioni aggiuntive che non sono elencate qui, tra cui la matematica del liceo così come le funzioni trigonometriche. Ad oggi si tratta di fatto di alcuni tra gli oggetti più gettonati e diffusi dei nostri tempi che interessano tanto lo studente delle scuole superiori o dell’università tanto quanto un impiegati contabile e si tratta comunque in generale di uno strumento molto adoperato in ambito lavorativo e professionale.

Le funzioni operative includono tipicamente il calcolo automatico delle soluzioni per le equazioni differenziali parziali, l’integrazione, le funzioni perimetrali e le operazioni a catena. Alcune calcolatrici scientifiche consentono agli utenti di inserire complessi processi matematici come le equazioni quadratiche, le equazioni algebriche, le trasformazioni grafiche, le equazioni di ottimizzazione e le funzioni di dispersione. Alcune unità consentono inoltre agli utenti di inserire espressioni arbitrarie, mentre altre forniscono il supporto per l’aritmetica a punto fisso. I modelli più recenti di queste calcolatrici consentono agli utenti di inserire misure del mondo reale come i millimetri, i chilometri o i secondi e di misurare quantità come il tempo, la massa, l’accelerazione, la pressione o la temperatura. Alcuni produttori di calcolatrici scientifiche hanno integrato circuiti elettronici ad alta precisione con le loro calcolatrici, il che le rende particolarmente utili per studi scientifici.

Sul sito www.calcolatriciscientifiche.it trovi altro sull’argomento.