Menu

Barbecue a gas: come pulirli senza danneggiarli

Cucinare con il barbecue è uno spasso, a chi non piace invitare amici e parenti per una grigliata biblica in allegra compagnia? Il ‘dopo’ grigliata non è altrettanto edificante e goliardico, soprattutto quando si deve provvedere all’operazione, necessaria e inderogabile, di ripulire a puntino griglie e barbecue nel suo insieme per poterlo poi riporre in attesa della prossima cena luculliana. Il barbecue a gas è una dignitosa via di mezzo fra grill elettrico e il classico modello a carbonella, il cui utilizzo è relegato alla bella stagione. Restando in tema di modelli a gas, vediamo come è meglio pulirli e, soprattutto, come farlo bene senza comprometterne il funzionamento. Potrebbe essere necessario non aspettare la fine della cena per nettare il barbecue ma provvedere a ripulire i piani cottura anche in corso d’opera, se ad esempio vanno alternate cotture di carne e pesce, che non si possono mischiare o, peggio, ordinare in sequenza senza prima aver ripulito la griglia. Ci pensate all’aroma che prenderebbe una titanica fiorentina a contatto con una griglia dove è stata appena arrostita una fetta di pesce spada? Bleahhh…

Bando alle ciance, soffermiamoci sui modi di pulire al meglio il barbecue per auspicargli lunga vita, senza dover essere costretti a sostituirlo dopo pochi utilizzi per colpa di una cattiva manutenzione. Per raggiungere questo obiettivo bisogna assolutamente evitare l’accumularsi di incrostazioni che alla lunga solidificano e sono dure ad essere rimosse e, soprattutto, non esporre il barbecue alle intemperie ma sempre al coperto per evitare il rischio che si ossidi a contatto con l’acqua e le intemperie.

Si raccomanda di far sempre freddare la griglia prima di procedere alla pulitura, una volta fredda si può spazzolare per staccare eventuali residui di alimenti, le spazzole ad hoc si trovano in commercio nelle comuni ferramenta o nei negozi specializzati in ‘fai da te’, quelle giuste hanno setole d’acciaio, le morbide non vanno bene. Fatto ciò, si può immergere la griglia in acqua saponata, scegliendo un detersivo a bassa acidità e non schiumogeno. Per quanto riguarda, invece, il barbecue ‘in toto’ va monitorato a intervalli frequenti per controllare che non perda gas, facendo particolare attenzione a tubi e guarnizioni. Per la scelta dei migliori modelli, ecco una guida all’acquisto dei barbecue.